Perché sono passato a Ghost

I motivi che mi hanno portato alla decisione di migrare il Blog dalla piattaforma WordPress a Ghost.

Perché sono passato da WordPress a Ghost

Da diverso tempo un dubbio mi girava per la testa:

Ho aperto il blog per scrivere i miei pensieri, parlare delle mie passioni ma spesso mi ritrovo a dover dedicare tempo ad aggiornare la piattaforma!

Per dare una risposta a questo mio dubbio da alcuni mesi stavo testando alcune soluzioni alternative per la gestione di questo Blog.

Lo scopo era di trovare una piattaforma che mi permettesse di semplificare la manutenzione/gestione della stessa e velocizzare la pubblicazione dei contenuti.

Qualcosa di simile a Medium e ai suoi strumenti per la scrittura. Sì, proprio Medium, una piattaforma molto interessante, leggi l'articolo attrazione fatale, ma che poi mi ha profondamente deluso.

Dopo diversi test ho trovato la piattaforma per me ideale: Ghost.

Ma partiamo dall'inizio...

I motivi che mi hanno portato alla decisione di migrare il Blog dalla piattaforma WordPress a Ghost

WordPress è un ottimo strumento ma...

Ho acquistato il dominio bertagna.it nel lontano 2001 e per alcuni anni l'ho utilizzato come spazio di sperimentazione dove ho provato alcuni servizi come Internet Information Services (IIS) e FlatNuke.

bertagna.it anno 2006 - Tratto da web.archive.org
bertagna.it anno 2006 - Tratto da web.archive.org

Solo a fine 2006 sono approdato a WordPress, passando successivamente per vari temi, per arrivare fino ad oggi.

bertagna.it anno 2006 - Tratto da web.archive.org
bertagna.it anno 2021 - Tratto da web.archive.org

WordPress è un ottimo strumento, molto flessibile, con cui si può creare qualsiasi tipologia di sito. Anche molto complesso come un e-commerce.

Di contro però richiede una quantità di tempo non indifferente per mantenere aggiornata la piattaforma, i plugin e il tema utilizzato.

E la possibilità di incorrere in un errore fatale, per incompatibilità tra i vari elementi di WordPress, è dietro l'angolo. Certo, con una adeguata strategia di backup, si risolve tutto velocemente.

E tutto questo comporta sottrarre il tempo che ho a disposizione alla scrittura di nuovi articoli.

Per le mie esigenze dovevo trovare una soluzione che richiedesse pochissimo tempo per il mantenimento, così per meglio organizzare il tempo a disposizione.

E questo l'ho trovato in Ghost.

Ghost, perché l'ho scelto

La mia scelta è ricaduta su Ghost perché riesce a soddisfare in pieno quanto stavo cercando:

  • Una piattaforma dedicata al Blog, semplice da gestire e con lo stretto necessario;
  • Una serie di strumenti potenti per poter scrivere, compreso in Markdown, inserire immagini o porzioni di codice e non solo;
  • Il supporto di link provenienti da altre fonti come social media, servizi di streaming e molto altro, oltre alla possibilità di inserire il codice embed per questi servizi di terze parti non direttamente supportati;
  • Strumenti SEO efficienti ma soprattutto già integrati senza dover affidarsi a terze parti (come nel caso dei plugin di WordPress);
  • Una piattaforma dalle prestazioni elevate, privo di colli di bottiglia, che garantisca una buona velocità di caricamento e raggiunga un buon punteggio SEO;
  • La possibilità per gli utenti di iscriversi al Blog per ricevere, via e-mail, gli aggiornamenti e accedere a sezioni del Blog riservate.

Questi sono i motivi che mi hanno portato alla scelta di Ghost.

Ghost
https://ghost.org/

Ribadisco che Ghost è un ottimo strumento per realizzare un Blog, evoluto con molte funzionalità interessanti. Ma non è adatto per altri tipi di siti web.

Se si ha la necessità di creare un sito web con altre caratteristiche, come ad esempio un Portfolio Fotografico, conviene rimanere su WordPress o meglio ancora utilizzare soluzioni specifiche come SmugMug o Adobe Portfolio.

Ho tolto la pubblicità

Con l'occasione del passaggio a Ghost ho deciso di togliere i banner pubblicitari, benché mi fornissero un minimo di rimborso che impiegavo per il canone annuo dell'hosting e del dominio.

I banner pubblicitari li trovo invadenti e soprattutto interrompono il regolare flusso di lettura di un articolo.

Ho mantenuto solo i link di affiliazione che, se in argomento con il post, inserisco evidenziandoli per trasparenza con il simbolo ¤ come meglio spiegato nella pagina Disclaimer.

Dalla Newsletter all'iscrizione al Blog

Tra qualche settimana provvederò a chiudere anche l'attuale Newsletter, e inviterò gli iscritti a iscriversi al Blog così potranno ricevere per e-mail gli articoli pubblicati (in anteprima) e soprattutto avranno accesso a contenuti riservati.

Questo mi permetterà di unificare la gestione del Blog e della Newsletter, grazie ai servizi integrati in Ghost, così da semplificare tutta la gestione.

Sviluppo del Blog

Sarà lo slancio per la nuova piattaforma, o più verosimilmente una semplificazione della gestione grazie a Ghost, che sto sviluppando alcune idee da introdurre per il Blog.

Mentre sto portando avanti la revisione di tutti gli articoli già pubblicati, ho introdotto due novità!

Giovanni's News (Twitter)

Come prima cosa ho realizzato la pagina Giovanni's News (Twitter) in cui raccolgo le principali novità postate su Twitter relative a notizie dal mondo della fotografia, grafica e tecnologia ma non solo, nuove app e/o aggiornamenti delle stesse, servizi online per creare la propria presenza online (Portfolio, sito web, ecc.) e tanto ancora.

Tutte le notizie raccolte sono rivolte al Fotografo ma anche, più in generale, al grafico e all'appassionato di tecnologia.

Strumenti utili

Ho deciso anche di realizzare la pagina degli Strumenti, un cassetto degli attrezzi, dove catalogare applicazioni, siti web, strumenti online e molto altro.

Sempre con uno sguardo rivolto verso il Fotografo ma anche, più in generale, al grafico e all'appassionato di tecnologia.

 

RESTA AGGIORNATO!

 

Se non l'hai ancora fatto, iscriviti al Blog per ricevere aggiornamenti ed accedere ad alcuni contenuti riservati.

 

 

Conclusioni

Spero di non averti annoiato troppo, ma ci tenevo a scriverti i motivi che mi hanno portato alla scelta di passare da WordPress a Ghost.

A questo punto non mi rimane che chiederti di iscriverti al Blog per ricevere in anteprima i nuovi articoli, rimanere informato sulle novità del Blog e accedere a contenuti riservati. Il tutto da un'unica piattaforma: Ghost.

Commenta su Twitter

 

SE TI PIACE QUELLO CHE FACCIO SOSTIENI IL BLOG ACQUISTANDO SU AMAZON

 

A te non costa nulla e io riceverò una piccola commissione¤

 

 

Tags: Ghost | WordPress