PicWorkflow, strumento web per il fotografo microstock

PickWorkflow

Continuando nella prova degli strumenti web utili al fotografo microstock, dopo Otixo.com e Mover.io, oggi è la volta di PicWorkflow.

PicWorkflow, nato espressamente per il fotografo microstock, è uno strumento utile nella gestione e l'invio delle immagini alle varie agenzie microstock. Presenta molte funzionalità tra cui l'archiviazione delle immagini su server sicuro, l'assegnazione delle keywords, l'invio diretto alle agenzie e molto altro. L'invio delle immagini alle agenzie microstock raggiunge velocità elevate di upload in quanto, le stesse, prima vengono caricate sui server di PicWorkflow e poi inviate alle agenzie. Questo permette, come nel metodo illustrato nel precedente articolo, di raggiungere velocità maggiori a quanto raggiungibile mediante l'invio dai client FTP come FileZilla. Ma partiamo con ordine.

PicWorkflow, uno strumento utile al fotografo microstock! - #microstock #picworkflow Condividi il Tweet

I servizi disponibili in PicWorkflow

PicWorkflow fornisce servizi di gestione e distribuzione delle immagini per il fotografo microstock, adatti anche per le illustrazioni, con lo scopo di rendere efficiente e rapido tutto il processo. Con l'iscrizione si ha l'accesso ai seguenti servizi:

  • Distribuzione delle immagini alle agenzie microstock;
  • Archivio delle immagini;
  • Assegnazione delle keywords, title e description;
  • Importazione delle immagini via FTP, Flash e plugin Adobe Lightroom;
  • Promozione del portfolio;
  • Stoccaggio e backup delle immagini;
  • Gestione delle immagini;
  • Tracciamento e statistica delle immagini inviate;
PickWorkflow - Pannello di controllo

PickWorkflow - Pannello di controllo

Come si vede PicWorkflow comprende molte funzioni, tutte rivolte al fotografo/illustratore microstock, tra cui l'invio delle immagini alle varie agenzie microstock, di cui 68 già pre-impostate, in modo molto veloce rispetto al normale invio tramite client FTP.

PicWorkflow, realizzato da Bob Davies, è in continua evoluzione così come gli altri strumenti di ricerca e barre degli strumenti, per i vari browser disponibili, appositamente studiati dall'autore per il fotografo microstock e per gli acquirenti delle immagini.

Ai più attenti non sarà certo passato inosservato che Bob Davies è l'ideatore del servizio di ricerca research.picworkflow.com molto utile per la ricerca delle nicchie su cui puntare per aumentare le vendite.

research.picworkflow.com, ricerca delle nicchie per vendere più fotografie! #microstock Condividi il Tweet

Acquistare i crediti da utilizzare per i servizi di PicWorkflow

PicWorkflow è a pagamento con un sistema di crediti a scalare (prepagato). Ogni servizio disponibile in PicWorkflow prevede una tariffa in crediti che, ad ogni utilizzo, vengono detratti dal credito disponibile. PicWorkflow prevede l'accredito, al momento dell'iscrizione, di 100 crediti così da poter testare tutti i vari servizi. In più, ogni mese, vengono accreditati ulteriori 100 crediti permettendo così, ai fotografi con modesti volumi, di utilizzare il servizio.

I piani di acquisto partono da $10 per 1000 crediti fino a $40 per 4000 crediti mentre i costi dei vari servizi sono modesti: ad esempio 1 credito per l'invio di un immagine ad agenzia! Per una panoramica dettagliata dei costi consulta la pagina About su PicWorkflow dove trovi anche altre informazioni sui servizi disponibili.

Prova su strada di PickWorkflow

Grazie ai crediti ricevuti al momento dell'iscrizione possiamo procedere alla prova su strada.
Iniziamo con la registrazione andando sulla home page di PicWorkflow e inserendo email, nome e password. Fatto questo riceveremo un email con i dati di registrazione e i dati FTP di accesso al servizio necessari, successivamente, per caricare le immagini.

Eseguita la registrazione abbiamo accesso al pannello di controllo di PicWorkflow dove sono riepilogati tutti i servizi disponibili, l'ammontare del credito, il numero delle immagini caricate e altre info.

Settaggio credenziali di accesso alle agenzie microstock

PickWorkflow - Agenzie microstockIl settaggio delle credenziali di accesso alle varie agenzie microstock è molto veloce. Accediamo a PicWorkflow e dalla pagina iniziale clicchiamo su Manage your agency logins per accedere alla pagina di configurazione. Ci troveremo davanti a una lunga lista, già preimpostata, di agenzie in cui basterà cliccare su Add login per inserire le proprie credenziali. E' disponibile anche il tasto test per verificare il corretto collegamento all'agenzia.

E se sei iscritto ad una agenzia non riportata nell'elenco?
Nessun problema, scorri verso il basso e troverai la voce Add your own custom destination FTP information: da dove, cliccando su Add Custom Destination, potrai inserire le tue credenziali!

Per proteggere le impostazioni di PicWorkflow, da modifiche involontarie o altro, è necessario ogni volta inserire la Master Password nella casella di testo posta sopra la lista delle agenzie. E' necessario impostare la Master Password prima di ogni modifica, se non l'hai ancora fatto vai nel tuo account e provvedi ad impostarla.

Iniziamo caricando le immagini

PickWorkflow - Keywords

PickWorkflow - Keywords

Dal pannello di controllo clicchiamo su Upload and import your images per accedere alla pagina da dove caricare e controllare le immagini. I metodi disponibili per il caricamento delle immagini sono tre e precisamente:

  1. Upload via Flash direttamente dalla pagina web;
  2. Upload via FTP utilizzando un client FTP come Filezilla e le credenziali che hai ricevuto nell'email di registrazione;
  3. Upload via Adobe Lightroom grazie al plugin, dello stesso autore, PICWORKFLOW LIGHTROOM PLUGIN scaricabile dalla pagina;

Come vedi i metodi sono diversi e potrai scegliere quello che preferisci. Personalmente utilizzo FileZilla quando ho diversi file mentre, per pochi scatti, invio direttamente da Adobe Lightroom.

Caricata una o più immagini possiamo effettuare varie scelte quali:

  • Selezionare le agenzie a cui inviare le immagini;
  • Acquistare il servizio per l'attribuzione delle keywords;
  • Acquistare il servizio per l'attribuzione del title e description;
  • Assegnare un nome al gruppo di invio;

Selezionate le varie voci, o almeno la prima se hai già provveduto ad inserire i metadati con altri software, premi il tasto Import! e le immagini verranno trasferite alle varie agenzie.

Quanto sopra è solo una veloce spiegazione per riuscire sin da subito a caricare ed inviare le tue immagini. I servizi messi a disposizione da PicWorkflow sono diversi e inizialmente può sembrare complicato districarsi ma dedicandoci il giusto tempo riuscirai a sfruttare al massimo questo ottimo servizio.

Conclusioni

PicWorkflow è uno strumento molto potente, anche se necessita di tempo per prenderne padronanza, ma sicuramente ti aiuterà molto nel processo di invio delle tue immagini. Anche in questo caso, come con gli strumenti presentati nel precedente articolo, si ottengono tempi di invio molto ridotti aiutando soprattutto i fotografi microstock che non dispongono di linee ADSL sufficientemente veloci. Ma sarebbe riduttivo ridurlo a un semplice strumento per l'invio delle tue immagini!

L'autore, per facilitare l'apprendimento di questo ottimo strumento, ha reso disponibile il seguente video dove potrai imparare a utilizzare con successo PicWorkflow. Ti consiglio di prenderti il tempo necessario per vedere tutto il filmato, ne vale la pena.

Buona visione.

Una risposta

  1. Paolo ha detto:

    Grazie Alfredo per l’ottimo articolo.
    In effetti non avevo preso in considerazione il servizio a pagamento di PickWorkflow con “il dovuto rispetto”, ma mi era sfuggita l’opzione del plugin per Lightroom. Da appassionato utilizzatore di questo software, sicuramente la tentazione di fare anche io una prova su strada di questo servizio oggi diventa maggiore…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//